Comunicare la Scienza – L’idea

< torna al menu

Nonostante «lo dice la scienza» stia diventando il nuovo sigillo di garanzia per la certificazione di tutte le verità, anche di quelle che con la scienza avrebbero poco a che vedere, ben pochi di coloro che usano il sigillo conoscono i linguaggi di comunicazione propri della scienza. Gli scienziati non fanno eccezione, molto spesso, hanno difficoltà a comunicare in maniera corretta ed efficace i risultati della ricerca scientifica, a volte anche ai loro stessi colleghi.
All’estremo opposto dell’ingenuità troviamo casi di opportunismo, quando non di truffa vera e propria, sia nella interpretazione faziosa da parte di comunicatori disinvolti, sia nella manipolazione dei dati scientifici da parte dei ricercatori.
Sempre più giovani, anche grazie alle opportunità offerte dai social media, sperimentano forme di comunicazione e di divulgazione scientifica, in alcuni casi raggiungendo elevati livelli di professionalità e di redditività.
È sentita quindi l’esigenza di acquisire competenze, trasversali alle discipline, orientate alla pratica operativa, per utilizzare in maniera corretta ed efficace gli strumenti della comunicazione, dai social media agli articoli professionali.
Nonostante alcuni atenei, tra i quali anche il nostro, offrano corsi sull’argomento o master di perfezionamento, ed esista una vasta letteratura specifica, nella quasi totalità dei casi, la formazione in questo ambito si traduce in auto-apprendimento.
Da queste considerazioni è nata l’idea di un corso teorico-pratico per far acquisire agli studenti, e non solo, le competenze di base per comunicare le loro passioni agli amici, presentare le loro proposte progettuali, diffondere i loro risultati ad un pubblico più vasto.